PAGLIA, MATERIALE DEL FUTURO


Una sapienza magistrale nell’uso dei materiali naturali la dimostra il progetto dello studio francese Guinée Potin Architectes nella realizzazione del Centro Beautour a La Roche-sur-Yon in Francia. Dedicato alla ricerca sull’ambiente e la biodiversità, l’edificio dimostra con il materiale stesso con cui è costituito un profondo rispetto dei parametri di sostenibilità oltre ogni fascinazione tecnologica. Il materiale prevalente è la paglia, ma lavorata in una maniera così particolare e unica da costituire un vero esempio per chi vuole davvero costruire in maniera ecologica. Il Centro contiene una larga selezione della ricca collezione del naturalista Georges Durand, raccolta in oltre 70 anni di lavoro. Ci sono uccelli, insetti, erbari e altre meraviglie che danno un vasto panorama della cultura naturalistica del XX secolo e delle pratiche attuali. Progettato all’interno di un parco di otto ettari con un labirinto di salici e luoghi significanti, il Center Beautour è un luogo di incontri e scambi e offre mostre, eventi e conferenze.


* Progetto nominato per il 2015 Mies Van der Rohe Prize, European Union Prize for Contemporary Architecture

* Finalista per il Fibra Award 2018, premio mondiale per le architetture in fibra vegetale

* 2 ° premio al Premio Dipartimentale di Architettura e Pianificazione della Vandea 2016

* Vincitore dell'OFF for Sustainable Development 2015, nella categoria 'wood grows'

* 3 ° premio al National Wood Construction Prize 2014


TITOLO DELL’OPERA: Beautour, Centre de découverte, de culture scientifique et de recherche sur l’environnement et la biodiversité

TIPOLOGIA: Centro di ricerca scientifica

PROGETTISTA: Guinée Potin Architectes

LUOGO: La Roche-sur-Yon, Francia

ANNO DI REALIZZAZIONE: 2014

FOTO: Sergio Grazia


#paglia #costruireinpaglia #straw #Beautour #GuinéePotin #architetturedeldopo

Web Magazine di architetture, design, società, sostenibilità, materiali, arte e bellezza.
Opinioni sul progetto