LA FERMATA SPOSTATA


Nel 1994 la municipalità di Hannover lancia il progetto “Busstop” per la realizzazione di nove fermate d’autobus scegliendo altrettanti noti designer e architetti. Venticinque anni dopo, pochi sono i progetti che hanno superato la prova del tempo, fra questi, quello pensato da Massimo Iosa Ghini, che si è rivelato anticipatore dei temi di sostenibilità di cui oggi tutti parlano. Per questo motivo, la municipalità ha deciso di tenerla come esempio spostandola in un luogo di maggior visibilità. Una forma che richiama sia le forme organiche che quelle della Cappella Ronchamp di Le Corbusier, è un organismo con una propria vita, realizzato con materiali e tecnologie moderne in sintonia con la natura. La copertura è in grado di raccogliere l’acqua piovana e incanalarla nel sottostante setto portante in calcestruzzo; alla base del setto sono collocate delle fioriere dalle quali si sviluppano rampicanti che hanno rivestito la parete; davanti e tutto intorno, un basamento in mattoni funge da seduta per i passeggeri in attesa; sulla sommità della copertura si trova un elemento ovoidale che offre riparo agli uccelli.


#busstop #hannover #sostenibilemabello

Web Magazine di architetture, design, società, sostenibilità, materiali, arte e bellezza.
Opinioni sul progetto