LA CONTAGIOSA FEBBRE DELLE PIANTE


L’accezione positiva di febbre sta nel determinare una passione viva, un forte desiderio, in questo caso un fito-desiderio. “Plant Fever” è un progetto dall’entusiasmo contagioso, che si sta espandendo dove trova terreni fertili. Un progetto itinerante per mettere in luce le potenzialità nascoste delle piante, una mostra composta da una cinquantina di progetti di ispirazione vegetale, accompagnata da una ricca pubblicazione, da un manifesto intenzionale dell’operazione e da una piattaforma web in continuo movimento. L’intento di questa esposizione è quello di spostare il mirino progettuale non più sull’uomo ma sulle piante, dove queste ultime diventano protagoniste, dando al design una nuova prospettiva vegetale. Grazie a progetti di moda, nuovi materiali, tecnologie emergenti ecc che puntano ad evidenziare concetti come la plant blindness, la biomimetica, la silvicoltura ed altre tante tematiche. Il progetto, curato dallo studio D-o-t-s, e che tornerà in scena da dicembre ad aprile 2022 presso il Museum für Gestaltung di Zurigo, dopo essere stati da poco al Grand-Hornu in Belgio, ricalca le orme di un progetto italiano presentato al Salone del Mobile di Milano nel 2013, Natural Born Object, curato da Maurizio Corrado e portato in giro per l’Italia in quello stesso anno. (Silvia Marchese)


PROGETTO: Plant Fever

A CURA DI: Studio d-o-t-s

LUOGO: itinerante

ANNO DI REALIZZAZIONE:

18/10/2020-07/03/2021 Grand Honru, Belgio.

03/12/2021-03/04/2022 Museum für Gestaltung, Zurigo.

FOTO: Tim Van de Velde, Olly Cruise

INFO: https://plantfever.com/

Web Magazine di architetture, design, società, sostenibilità, materiali, arte e bellezza.
Opinioni sul progetto