ECOLOGIA E BELLEZZA


Oggi, a oltre sessant’anni dalla sua nascita, l’architettura sostenibile deve fare un passo in avanti e porsi il problema della forma e della bellezza. La tecnologia è necessaria ma non sufficiente a produrre opere utili e quando ci si aspetta che sia la tecnologia a salvarci, è come pretendere da un martello che risolva i problemi dell’inquinamento. Il martello è uno strumento, è chi lo usa che deve sapere cosa fare. L’insistenza sulla tecnologia di certi operatori nasconde solo un’impotenza concettuale, una povertà di pensiero e di azione. Oltretutto, è innegabile che tutta la cultura ecologica risenta di uno spirito di sacrificio e di autopunizione che la porta a privilegiare un’estetica della rinuncia e della povertà. In questi anni ecologia è diventata una parola-contenitore che si accompagna spesso alle idee di limite e costrizione, mentre i suoi compagni di viaggio più pertinenti sono il benessere e il piacere. (Maurizio Corrado)


Immagine: Oscar Niemeyer, Museo Nacional Honestino Guimarães. Foto di Jaime Barajas


#architetturasostenibile #greenarchitecture #piacere #ecologia #bellezza

Web Magazine di architetture, design, società, sostenibilità, materiali, arte e bellezza.
Opinioni sul progetto