ECOLOGIA È PIACERE


James Hillman ci dice parole essenziali, sulla bellezza: “Noi vogliamo il mondo perché è bello, i suoi suoni, i suoi odori, la composizione delle sue strutture, la presenza sensibile del mondo come corpo. In breve, sotto la crisi ecologica giace la ben più profonda crisi dell’amore, il fatto che il nostro amore ha abbandonato il mondo; e che il mondo sia privo di amore risulta direttamente dalla repressione della bellezza, della sua bellezza e della nostra sensibilità alla bellezza. Perché l’amore torni al mondo è prima necessario che vi torni la bellezza, altrimenti ameremmo il mondo solo per dovere morale: pulirlo, conservarne la natura, sfruttarlo di meno.” (Hillman, La politica della bellezza) Sono esattamente queste ultime tre cose citate da Hillman a prevalere ora, nella cultura corrente della sostenibilità: pulizia, conservarne la natura, sfruttare di meno. È solo il dovere morale quello sul quale si fa leva, per questo è importante spostare la prospettiva nella direzione della bellezza e del piacere. È necessario che l’idea di ecologia equivalga a quella di piacere.


Immagine: Artemisia Gentileschi, Lucrezia.


#JamesHillman #bellezza #piacere #beauty #pleasure #ecology

Web Magazine di architetture, design, società, sostenibilità, materiali, arte e bellezza.
Opinioni sul progetto