ARCHITETTURA ANTI-SMOG


Nelle metropoli più popolate del mondo l’inquinamento è ormai diventato un problema da prendere in considerazione seriamente. È possibile ridurre ogni giorno la contrazione dello smog senza consumare energia? Pare di sì. Lo dimostra l’Amager Bakke situato a Copenaghen. Si tratta di un inceneritore di ultima generazione che oltre a fornire calore a cinque comuni danesi, produrre energia elettrica per 120 mila famiglia e a bruciare 45mila tonnellate l’anno di rifiuti, pulirà l’aria. Entro il 2025 Copenaghen ha l’obbiettivo di diventare una città ad emissioni zero e l’Amager Bakke sostiene questo importante obbiettivo: con la sua facciata rivestita di mattoni in alluminio e piante mangia smog l’architettura è in grado di abbattere ogni giorno le sostanze nocive in modo naturale. Questa architettura è il perfetto esempio di architettura sostenibile che non rinuncia all’esigenza delle città di mantenere alta la densità della popolazione. Infatti il tetto dell’Amager Bakke è utilizzato come impianto sportivo, che funge da pista da sci artificiale e pista da trekking in un luogo il cui lo smog viene quasi annullato. (Guglielmo Rossi Scota)



TITOLO DELL’OPERA: Amager Bakke

TIPOLOGIA: Inceneritore

PROGETTISTA: BIG - Bjarke Ingels Group

LUOGO: Copenaghen

ANNO DI REALIZZAZIONE: 2017


#BjarkeIngels #incerenitore #ariapulita #architetturasostenibile #architecture


Web Magazine di architetture, design, società, sostenibilità, materiali, arte e bellezza.
Opinioni sul progetto